Immigrazione: cambiare tutto?

Postato in Notizie del Comitato.

Immigrazione. Cambiare tutto 
(Editore Laterza, 2018)

incontro con l’autore Stefano Allievi

Venerdì 16 marzo, nell'aula T1 del Polo Zanotto,  ore 17.00 – 19.30  

Saranno ospiti nella discussione:
Don Gianni De Robertis
,  Direttore nazionale della Fondazione Migrantes
Dott. Franco Valenti, Esperto Anci per i progetti Sprar

Coordinamento:

Emanuela Gamberoni - Università di Verona    

  Matteo Danese - Cestim

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Evento promosso da:
Cestim Centro Studi Immigrazione, Centro Pastorale Immigrati, Cgil-Cisl-Uil , Fondazione Nigrizia, Asgi, Arci, AIIG Associazione Italiana Insegnanti di Geografia - sez. di Verona, Emmaus, ProgettoMondo Mlal


con il patrocinio dell'Università di Verona, Dipartimento di Culture e Civiltà, Dipartimento di Scienze Giuridiche, Dipartimento di Scienze Umane.

Appello Arci

Postato in Notizie del Comitato.

IL MINISTRO MINNITI AUTORIZZI LA MANIFESTAZIONE CHE SI TERRA' IL 10 FEBBRAIO A MACERATA.

La presidente nazionale dell’Arci Francesca Chiavacci lancia un appello al ministro dell’Interno Minniti perché la manifestazione che si terrà domani a Macerata contro il fascismo e il razzismo venga autorizzata.

“Si faccia di tutto per evitare  che a un corteo promosso per condannare la sparatoria contro sei giovani stranieri, per riaffermare i valori della nostra democrazia e della Costituzione, venga impedito di sfilare. Tanto più dopo la presenza in città ieri di Forza nuova e il giorno prima di esponenti di Casapound. Sono le forze neofasciste che devono essere condannate e fermate, non chi vi si oppone e vuole testimoniarlo pubblicamente”.

Dichiara la presidente dell’Arci.

Forza vecchia

Postato in Notizie del Comitato.

Inaccettabile azione squadristica di Forza Nuova contro Repubblica e l’Espresso

La solidarietà dell’Arci ai direttori e alle redazioni delle due testate

 

Dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

Un manipolo di attivisti di Forza Nuova, a volto coperto e nel consueto stile squadristico, ha compiuto nel pomeriggio un blitz davanti alla redazione romana di Repubblica e l’Espresso.

Fumogeni, striscioni che invitano a boicottare le due testate, e un proclama delirante in cui si afferma che “questo è solo il primo attacco a chi diffonde il verbo immigrazionista, serve gli interessi di Ong, coop e mafie varie.   Da oggi inizia il boicottaggio sistematico e militante contro chi diffonde la sostituzione etnica e l'invasione. Oggi è iniziata la difesa dei patrioti contro il veleno di questi terroristi mascherati da giornalisti”.

Un attacco inaccettabile alla libertà di informazione in puro stile fascista. Un atto che non va assolutamente sottovalutato, perché rappresenta l’ulteriore escalation di una serie di provocazioni e intimidazioni che hanno per protagonisti formazioni che si richiamano apertamente al fascismo e al nazismo.

Ai direttori e alle redazioni di Repubblica e l’Espresso va tutta la nostra solidarietà. Siamo certi che non saranno simili azioni a fermare il loro lavoro, caratterizzato dall’impegno a fornire un’informazione la più completa e corretta possibile.  

Roma, 6 dicembre 2017